21 May 2007

La realtà delle cose_RPBW friends

"E' di un italiano il progetto che si è aggiudicato il primo premio del Concorso internazionale di idee per l' Architettura delle Piccole Stazioni Ferroviarie .
Il trentottenne Antonio Belvedere , nativo di Catanzaro, ma residente a Parigi si è aggiudicato, in rappresentanza del suo studio d' architetti, i 15 mila euro del premio assegnato alla categoria Junior ."
"Viaggio in attesa non solo risponde in maniera soddisfacente alle esigenze del bando , ha commentato Silvio D' Ascia, motivando la scelta della giuria , ma propone un sistema modulare di copertura delle banchine che può essere esteso con facilità e razionalità a tutte le possibili differenti tipologie di stazione."

via Archiportale
altre immagini europaconcorsi


Non tanto tempo fà abbiamo avuto al fortuna e l'onore di visitare uno dei migliori studi di architettura al mondo, dove la magia della progettazione diventa realtà. L' RPBW di Parigi è un luogo magnifico, dove architetti disegnano, calcolano, modellano ciò che poi un giorno verrà realizzato in cantiere. Si perchè a differenza della ricerca architettonica che si fa negli ambiti accademici, in uno studio di Architettura come quello di Renzo Piano, il disegno diventa realtà acquistando la terza dimensione alla scala umana.
In quei giorni abbiamo avuto come amico Antonio, che ci ha rilasciato un' intervista che abbiamo filmato e proiettato nelle nostra aule universitarie e che ci ha mostrato lo studio e i progetti a cui stava lavorando.
I miei compagni di viaggio erano Pierluigi, Vito e Sandro.
Ora che Belvedere ha vinto il concorso per le piccole stazioni ferroviarie avremo finalmente quella qualità architettonica che ma
nca nelle stazioni minori, ormai troppo desuete e tristi per noi pendolari che le vediamo ogni giorno.
Complimenti per la vittoria !!!!

Il titolo del post si riferisce alla logica del lavoro dell'architetto; perchè dopo i modelli 3d, gli script e i diagrammi l'architettura deve essere costruita e quindi non si deve mai allontanare dalla realtà delle cose.



4 commenti:

LAmerikano - truciolo said...

miii ma che foto mi hai messo!!!! hahaha....
grandi e grassi complimenti ad antonio... ma hermann non c'era? come mai? che e' successo????
mmmmmmhhh......
L'unica cosa e' che mi puzza la cosa del concorso di idee... sara' mai realizzato? uffaaaaaaaaaaaaaa....

Comunque davvero che onore essere li' con lui a parigi, nello studio di piano... e poi la grandiosa intervista che ci ha rilasciato!!!!!!!

Davvero un grande... in bocca al lupo!!!!!
ciauuuuuuu

davide del giudice said...

Ciao Truciolo!!!

si Hermann c'era, ma come consulente...l' ho letto sul link ad europaconcorsi che ho messo nel post...

davveroooo!!! è stato un sogno realizzato e ti ringrazio ancoro per avermi telefoanto quella sera per chiedermi se volevo venire con voi!!!! quell'intervista e quella visita sono stati più interessanti, costruttivi e stimolanti di anni di laboratorio inutili passati in facoltà...

grazie a quella visita mi sono appassionato al dettaglio...

grazieeee amicoooooo :))))

ps.
hai visto come eravamo belli nelle foto??

Anonymous said...

Cavolo...mi ricordo con piacere quel viaggio...MITICO e GRANDE a BELVEDERE!!!
Ha fatto un bel progetto e spero che lo realizzeranno anche se mi sa che Pier ha ragione...
Ma quand'è AMICI che rifacciamo un viaggio simile...?
Vito

davide del giudice said...

Ehi Vitooo!!!

si si...dai ci aspetta sempre una visita allo studio di *ucinella ;)

dobbiamo organizzare..magari per un futuro workshop di A+Surface.