19 September 2005

Il modulo I-94 W e altre info in/UTILI


Prima dell’atterraggio in aereo passa un crucco e varie hostess con dei foglietti in mano, uno di colore verde e l'altro bianco....azz, io mi stavo per addormentare in quel momento...In quello bianco sono richieste informazioni di tipo doganale e quello verde serve a richiedere l’esenzione del visto ( I-94W). Si, perchè se sosterete in America per nn oltre 90 giorni nn sarà necessario il visto.
Il modulo è scritto in inglese ( ma chi nn lo conosce come caspita farà???), e va rigorosamente compilato in INGLESE…quindi le date in formato inglese (prima il mese poi il giorno), MALE e non maschio..come sesso ( stavo scrivendo YES) eccetera.
Non scoraggiatevi, ci sono dei video informativi in aereo che spiegano passo dopo passo come compilare il modulo. Peccato che nn si vedeva una mazza , perchè c'era la luce del sole che rifletteva sullo schermo e le cuffie nn funzionavano...vabbè...Prestate quindi molta attenzione e compilate con cura.. fatevi lasciare qualche copia in più…non si sa mai…
Ma vediamo più in dettaglio come ci appare questo modulo I-94W per l’esenzione del visto:
Il fronte contiene tutte le notizie di carattere personale, dati anagrafici, residenza, cittadinanza ecc..ma soprattutto vi viene richiesto l’indirizzo di dove soggiornerete la prima notte negli USA. Allora mi alzo , chiedendo permesso al crucco super biondo, e mi dirigo da Dag a chiedere se lui conoscesse l'indirizzo dell'albergo....invano...secondo me neanke Apo lo sapeva...mi reco da lui e scopro che sonnecchia....Questa voce va assolutamente compilata, se non ne avete una (perché non avete prenotato)….inventate…a muzzo....tanto che ne sanno? ( basta che si a credibile)...se non si compila questa voce non si ottiene l’esenzione…e verrete respinti e addio viaggio negli States ( per la cronaca abbiamo messo Holday Inn Los Angeles....).
Il retro contiene tutta una serie di domande più o meno stupide e insensate..FORSE gli americani cercano di beccare i terroristi così....sono domande che dovrebbero garantire una certa “sicurezza” sulla gente che entra negli Usa….vi verrà chiesto se avete intenzione di compiere atti terroristici, se siete in possesso di esplosivi…persino se siete tossici (dag potevi scrivere la verità no?)….
Rispondete correttamente..se no...Infatti, se siete uno di questi , vi consigliano di presentarvi ad un distretto di polizia appena sbarcati dall'aereo...si come no...
Ecco un' immagine del modulo:


Una volta scesi dall’aereo si passa quindi sotto i rigidi controlli dell’ Immigration Service, dove vi verrà controllato il passaporto, vi verranno poste alcune domande e verrà analizzato il vostro modulo I-94W.


IMPORTANTE: quando siete all' Immigration Service, non dite mai alla polizia che siete disoccupati (se lo siete) o state per cambiare lavoro (se ne avete intenzione); sarete rimpatriati immediatamente. Il tipo era rimasto allibito quando Dag gli risponde: " i'm a designer", come dire..sti cazzi..Ma dag giustamente voleva dire di essere un quasi architetto...partono le risate...

A questo punto si ritirano i propri bagagli e si può procedere verso un altro controllo, meno ferreo…ovvero il controllo doganale (Constumer Service)Dichiarate quello che dovete dichiarare …generalmente nulla…Tranne che i nostri tre pacconi di tavole erano veramnete pesanti..un bel:" there are some boards of architecture drawings for a exposition in Italian Institute of Culture... e l'armadio di colore si esalta e ci lascia passare.....ih ih ih..

Un classico del controllo doganale per noi italiani riguarda il cibo..capita spesso di sentire domande in italo-americano..del tipo: “Italiano ?!? no pasta, no pizza, no mozzarella???”…Il motivo è semplice, sono molto intransigenti sull’importazione e introduzione di prodotti alimentari soprattutto freschi, come formaggi e salumi, frutta e verdura…ma anche di carni, per non parlare di piante e animali, che oltre a portare malattie possono provocare alterazioni dell’ecosistema (avete visto la puntata dei Simpson in cui Homer di ritorno in Australia porta con se un Koala?).

Ah Truciolo, vedi di fare attenzione quando riporti la pianta carnivora a casetta tua, se la porti...


Riguardo a ciò che porterete indietro:
i prodotti tecnologici, sono estremamente convenienti e più avanzati dei nostri, basti pensare alle foto e video camere digitali…per cui se volete comprare qualcosa fatelo puro, ma liberatevi di scatole e confezioni, istruzioni e libretti vari..insomma fatelo sembrare un oggetto vostro e non appena comprato...se mai dovessero aprire la vostra valigia...anche perchè nn te la fanno incelofanare come in Italia... quindi chissà che cosa ci fanno alle nostre povere valigie...

L’acquisto è notevolmente vantaggioso, ma vi pone dei problemi in caso di rottura del vostro apparecchio. La garanzia non vale, e in molti casi troverete difficoltà a riparare i vostri prodotti.

Però noi di conveniente nn ci abbiamo trovato una mazza....sarà che truciolo nn ci ha portato nei posti giusti...e allora di ritorno quando gli amici mi chiedono:" e figata, cosa hai comprato di bello? l'I-POD te lo tirano dietro nevvero?", io li fucilo con lo sguardo!!!!
Si possono liberamente importare negli Stati Uniti senza pagare le tasse doganali i seguenti articoli: effetti personali, 10 pacchetti di sigarette, 50 sigari o 2 kg di tabacco, 1 litro di vino o liquore, macchine fotografiche, binocoli ecc...
E' assolutamente vietato introdurre frutta, piante verdura salumi, mentre gli animali dovranno essere vaccinati da almeno 30 giorni e dotati di certificato di buona salute rilasciato max una settimana prima del viaggio.

Noi abbiamo portato giusto del caffè *avazza, pasta *arilla, dei sughetti e la mitica colla UHU( e qui si che faccio pubblicità) per i modellini; il tutto per il nostro amico amerikano che ci aspettava...

Ecco una mappa dei terminal:

LOS ANGELES DALL'AEREO

Spero che queste info vi siano utili per un futuro viaggio negli States!!! e se avete domande... sono a vostra disp.

Stay Tuned

alcuni link utili:

http://guide.supereva.com/usa/interventi/2001/11/80631.shtml

http://www.usembassy.it/

http://www.lawa.org/welcomeLAWA.html

2 commenti:

LAmerikano said...

ma come sarebbe che non vi ho portato nei posti giusti eh??
a parte gli scherzi...
mettiti un contatore... è interessnte!

http://www.statcounter.com/

ciau
truciolo

davide del giudice said...

Caio Truciolo!!
ma dai scherzo!!! dovevi esserci a S.francisco..tutta roba bella, scarpe e tecnologia...ma a prezzi come da noi...grazie per il contatore...provvederò