20 March 2006

Illustrator.

Visto che nel blog giravano voci sulla grafica vettoriale ( almeno nei commenti) ho deciso di postare il mio primo disegno in Illustrator..
La grafica vettoriale è una tecnica volta a rappresentare le informazioni radicalmente diversa dalla grafica bitmap. Mentre nella grafica bitmap le informazioni vengono memorizzate attraverso pixel opportunamente colorati, nella grafica vettoriale le informazioni vengono rappresentate attraverso un insieme di primitive matematiche che sono punti, linee, curve e poligoni opportunamente colorati.In poche parole parliamo dei VETTORI che tutti noi abbiamo studiato nelle varie facoltà da cui proveniamo. Sono praticamente le linee verdi che vedete sull'immagine sopra ( spline con punti di controllo, per gli esperti di Autocaz nn sono nuove..ehehehe)

La grafica bitmap se viene ingrandita o viene visualizzata su un dispostitivo dotato di una risoluzione maggiore di quella del
monitor perde di definizione. La grafica vettoriale invece essendo definita attraverso equazioni matematiche è indipendente dalla risoluzione. Una linea che percorre lo schermo trasversalmente se viene rappresentata utilizzando la grafica bitmap viene memorizzata come una sequenza di pixel colorati disposti a formare la linea. Se si provasse ad ingrandire una sezione della linea si vedrebbero i singoli pixel che compongono la linea. Se la medesima linea fosse memorizzata in modo vettoriale la linea sarebbe memorizzata come un'equazione che parte da un punto identificato con delle coordinate iniziali e termina in un altro punto definito con delle coordiante finali. Ingrandire una sezione della linea non produrrebbe artefatti visivi o la visualizzazione dei singoli pixel dato cha la linea sarebbe visualizzata sempre con la massima risoluzione consentita dal monitor.
Tale sistema di descrizione delle informazioni grafiche presenta inoltre l'indubbio vantaggio di una maggiore
compressione dei dati: in pratica una immagine vettoriale occuperà molto meno spazio rispetto ad una corrispondente raster, con una riduzione dell'occupazione di RAM e memoria di massa. Risulterà inoltre più facile da gestire e da modificare, essendo minore la quantità di dati coinvolti in ogni singola operazione di aggiornamento. Questo rende il vettoriale particolarmente adatto per gestire grandi quantità di dati: ad esempio, i dati cartografici sono tipicamente gestiti in modalità vettoriale.
Nei personal computer l'uso più evidente è la definizione dei font. Quasi tutti i font utilizzati dai personal computer vengono realizzati in modo vettoriale, per consentire all'utente di variare la dimensione dei caratteri senza perdere di definizione.
Allora, convinti a passare al vettoriale? nel concorso fatto "Shelter in a cart" ho utilizzato completamente Illustrator, Photoshop solo per elaborazioni di immagini.
_alla prossima

4 commenti:

Roby said...

Mammia mia che discorsone...
Me lo sono letto tutto e ora non sto tanto bene...
Cmq sei sempre il migliore...
;P

davide del giudice said...

eeeeehhh..grazie...spero di essere stato chiaro nella spiegazione..

prrrrrrr ;P

dag said...

GRAZIE GRAZIE GRAZIE

e ancora GRAZIE a delgiu per aver scoperto finalmente la grafica vettoriale attraverso illustrator... cosi' se ne starà buono per...diciamo un paio di pomeriggi e notti comprese:PPP

GoD save the QUeeN!
-dag-

davide del giudice said...

eeeeeh..... BOLLITO!!! aspetta che tocco MAYA...ehehehehe